Carenza dei Medici di Base

Nei prossimi 5 anni c’è rischio di mancanza di personale medico a causa dei pensionamenti che interesseranno 45.000 medi di base e specialisti del Servizio Sanitario Nazionale. L’appello è stato lanciato lanciato dalla Federazione medici di medicina generale e dal sindacato dei medici dirigenti ANAAO. Da fonte “Affari italiani” si viene a conoscenza che l’allarme maggiore sarà maggiore tra 10 anni: nel 2028 saranno andati in pensione 33.392 medici di base e 47.284 medici ospedalieri, in totale 80.676. Il climax delle uscite dei medici di famiglia sarà nel 2022, quando andranno in pensione 3.902 medici di base soprattutto in Sicilia, Lombardia, Campania e Lazio. Le uscite per pensionamento non sarebbero niente se fossero ricompensate da nuove entrate ma sembra non ci siano decisioni positive a riguardo. “Per quanto riguarda i medici di base sono solo 1.100 all’anno le borse messe a disposizione per il corso di formazione in medicina generale, che andranno a coprire non più di 11.000 posizioni nell’arco di 10 anni. Per i medici delSNN, invece, è più difficile fare delle stime perché non è possibile rilevare anzitempo quando verranno banditi i concorsi nazionali”. Come sostituirli? La situazione sanitaria pubblica italiana è all’estremo. Il personale è numericamente insufficiente, i posti letto sono un gioco alla lotteria, la disponibilità per fare gli esami sempre più ridotta e lunga nella tempistica d’attesa. I pazienti sono costretti a rivolgersi sempre più al settore privato, di ciò non viene nascosto il malcontento che cresce in maniera esponenziale. Non si vedono luci alla fine del tunnel. Anzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *