I Peccati Capitali

 

TRADIMENTO

Il tradimento è la violazione di un dovere o di un impegno, un inganno della buona fede. Dare fiducia a qualcuno e poi venire traditi è una vera sofferenza. La fiducia è una cosa importante ed è difficile decidere di concederla a qualcuno. Le possibilità di venire traditi nella vita è molto alta quindi la gente concede sempre meno spesso. Ci si chiude a riccio, si scelgono veramente poche persone a cui raccontare i fatti propri, a cui confidare i propri segreti, a cui rivolgersi in caso di bisogno. Quando si viene traditi si prova un sentimento di prostrazione profonda, ci si sente ingannati, frustrati, scoraggiati. Si perde il senso di sicurezza che viene dal profondo convincimento che ci si possa fidare di qualcuno e nasce nell’animo un sentimento di amarezza e delusione.

RABBIA

La rabbia è un sentimento violento che è difficile contenere e nascondere. La provo spesso soprattutto negli ultimi tempi. Essere in preda della rabbia produce grande irritazione, accessi d’ora e reazioni incontrollate. È un emozione primaria e profonda che ha bisogno di essere sfogata all’esterno. O trattenuta con grande dolore. Quando la rabbia è tanta può sconfinare anche nel pianto o nella violenza. È molto difficile da stemperare perché mette in moto le corde più profonde dell’animo e cerca di essere sfogata in mille modi. La rabbia produce un grande dolore, un pianto incontrollato, gesti violenti. Per rabbia si può arrivare persino ad uccidere.

DUBBIO

Il dubbio si verifica quando non c’è certezza è la persona si trova nella difficoltà di una scelta. Ci sono poi i dubbiosi di natura, coloro che non sono mai decisi sul dar farsi.In essi il dubbio si fa strada più facilmente e diventa un sentimento angosciante, lancinante. L’incertezza consuma, il dubbio mette in una condizione di insicurezza. Di solito il dubbioso analizza tutte le possibilità di una situazione, positive, negative e neutre, ma poi rimane fermo, non si decide, non prende una posizione chiara e si macera nel tormento di fare la scelta sbagliata. Il dubbio può diventare anche una strategia, per suscitare affetto e comprensione, per fare decidere gli altri e levarsi dalle responsabilità. Ma nella stragrande maggioranza dei casi è fonte di grande sofferenza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *