Ai 999 Sconfitti su 1000 dalla Bilancia

Lo scopo di queste mie riflessioni, endocrinologo in veneranda età, è fornire consigli utili ai pazienti che si approcciano per la prima o per la millesima volta, dopo 999 sconfitte, ad un tentativo di armonia con il sapersi alimentare in modo divertente e sano e di evitare l’ineluttabile percorso verso l’obesità.

Quando ho preso la specializzazione in Endocrinologia e Malattie Metaboliche, nei vari testi c’era sempre un capitolo dedicato all’ obesità, in quanto le conoscenze del tempo ritenevano che l’essere obeso fosse un problema esclusivamente ormonale.

Oggi, dopo una vita trascorsa davanti a migliaia di pazienti posso affermare con certezza che l’obesità, quasi sempre è un problema psicologico / psichiatrico e non ormonale.

Una prima favola metropolitana ci narra che molti pazienti sono convinti, e purtroppo anche molti medici, che il loro sovrappeso propedeutico alla loro obesità dipenda dalla tiroide. Il malfunzionamento causa certamente variazioni di peso, ma è la tiroide a essere malata: se funziona poco si fa terapia supplementare; se si tratta di ipertiroidismo si provano le classiche terapie mediche, con la opportunità, se non si ottengono benefici, di togliere la tiroide e prendere ormoni oralmente.

Una seconda favola nota è quella sulla menopausa che fa ingrassare. La menopausa in realtà non fa ingrassare nessuno: il riassetto ormonale delle donne che vanno in menopausa in Italia è lo stesso delle donne che vanno in menopausa in Biafra! Soltanto che lì puoi diventare agitato e instabile quanto ti pare per gli ormoni che calano, ma non essendoci da mangiare, non prendi un etto in più. La menopausa rende psicologicamente labili, l’ansia induce a gratificazioni reperibili facilmente come il cibo e tutto questo porta i chilogrammi in più, ma solo dove cibo e alcool sono disponibili.

La menopausa interviene nelle diverse localizzazioni del grasso: da giovani il grasso in eccesso finisce in genere su bacino e cosce, in menopausa il grasso in eccesso si mette tutto sulla pancia e su petto e spalle, come avviene per gli uomini.

Altra situazione da discutere: la pillola fa ingrassare o non fa ingrassare? La pillola può provocare ritenzione idrica il primo mese e poi basta, altrimenti chi prende la pillola per un anno dovrebbe aumentare di 12 kg.

Un’altra favoletta diffusa è la purificazione attraverso il bere litri di acqua, per eliminare nel fiume dell’urina grassi, tossine e chilogrammi: non c’è una donna in giro che non sia attaccata ad una bottiglietta d’acqua nella speranza di dimagrire! A me più che altro sembra un inconsapevole richiamo fallico o il pronto auto-intervento simbolico di un qualsiasi malessere; non molto tempo fa, se cascavi dalla bicicletta o prendevi un qualsiasi spavento ti davano un bicchiere d’acqua.

Altro mito universale: Il cortisone fa ingrassare. In realtà non fa ingrassare nessuno: può provocare ritenzione idrica a seconda del cortisonico usato e stimolare l’appetito; basta tenere corretto il rapporto introito calorico / consumo e essere aiutati dai farmaci anoressizzanti nell’utilizzo cronico. Chi ha la sclerosi multipla o malattie autoimmunitarie e fa cortisone a vita dovrebbe diventare un elefante?

 

L’esplosione mediatica intorno al cibo (non esiste ora del giorno in cui tu accenda la TV e che non ci sia un programma sulla cucina) ha prodotto molto caos; stesso caos prodotto dalle miriadi di corsi e lauree brevi, che abilitano ragazzine a prescrivere diete senza arte né parte, il fulcro delle quali è sempre il diario alimentare di 100 anni fa o il non mangiare dopo le 19; le migliaia di pagine su Internet contribuiscono a dare altrettante opinioni discordanti intorno ad un problema molto semplice da ottenere: raggiungere e mantenere il Peso Forma.

Saperlo mantenere non è soltanto una questione estetica, ma preventiva sulla nostra salute. In ogni età, questo equilibrio porta solo giovamento: se a 30 anni, con un apparato scheletrico integro, il mio Peso Forma è 71 chilogrammi, è logico pensare che a 70 anni, con uno scheletro vecchio e fragile, probabilmente osteoporotico, probabilmente peseremo 10kg in più che non dobbiamo sostenere per non avere dolori. Bisogna mantenere il Peso Forma congruo per l’età, arrivando ad un compromesso tra mantenere un viso salutare e il peso da raggiungere.

Per queste considerazioni, ho sentito il piacere e il dovere di medico di rimettere le cose a posto, nelle fondamenta di una disciplina che ormai è una Babele. Oltre ai consigli base sul Peso Forma, per chi fosse interessato, ho voluto terminare con un approfondimento sullo stato dell’arte della patologia psichiatrica grave vincolata al cibo, in quanto offre spunti interessanti per differenziare situazioni molto diverse, che hanno come denominatore comune il cibo stesso, ma che necessitano di altri interventi psicologici e farmacologici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *